Francia

Gilet gialli: decima vittima

Un automobilista è rimasto ucciso questa notte per un blocco dei manifestanti a Perpignan, nel sud-ovest - In centinaia si sono dati appuntamento oggi a Montmartre

Gilet gialli: decima vittima
Sesto sabato di manifestazioni in Francia. (Foto Keystone)

Gilet gialli: decima vittima

Sesto sabato di manifestazioni in Francia. (Foto Keystone)

PARIGI - Un automobilista è rimasto ucciso questa notte in un incidente stradale provocato da un blocco dei gilet gialli a Perpignan nel sud-ovest. Si tratta della decima vittima dall'inizio della mobilitazione. Per il sesto sabato consecutivo diversi gruppi di manifestanti si sono dati appuntamento sul web per nuove manifestazioni. Un raduno è fissato a Versailles, a una trentina di chilometri dalla capitale, che per il momento resta tranquilla. Bloccato questa mattina l'accesso al traforo del Monte Bianco.

Il procuratore di Perpignan, Jean-Jacques Fagni, ha confermato la morte dell'automobilista, che ha tamponato un camion fermo a un blocco stradale all'ingresso dell'autostrada. "Il conducente del tir - ha precisato il procuratore - è rimasto sul posto aspettando l'arrivo della polizia, contrariamente alle persone che bloccavano la strada e che sono fuggite. Sono rimaste sul posto solo due o tre donne in gilet giallo, sotto shock, che hanno atteso la polizia".

Numerosi i blocchi sulle strade e autostrade. Oltre al traforo del Monte Bianco, lunghe file sulla A7 dove i gilet gialli hanno bloccato l'autostrada a sud di Lione. La polizia è intervenuta e il tentativo di sgombero è in corso.

A Versailles, dove uno dei portavoce, Eric Drouet, aveva dato appuntamento ai gilet gialli, pochissimi manifestanti e una lunga fila di camionette della polizia.

Centinaia di gilet gialli a Montmartre, chiudono i negozi

Centinaia di manifestanti con i gilet gialli sono comparsi - a sorpresa - a Parigi nel quartiere di Montmartre, su appello di uno dei leader del movimento, Eric Drouet. I negozi del quartiere, uno dei più turistici della capitale, hanno cominciato a chiudere le saracinesche. A Versailles, dove lo stesso Drouet aveva dato appuntamento su internet, nessun manifestante, tanto che le strade sono state riaperte. Polizia e blindati sono in allerta a Parigi ma anche a Lione, Tolosa, Orleans e in Bretagna.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1