Francia

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Sono almeno 800 i manifestanti per le strade di Parigi - Fermato dalla polizia il portavoce Eric Drouet

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme
(Foto Keystone)

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

(Foto Keystone)

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

Gilet gialli, scontri e cassonetti in fiamme

PARIGI - Primi scontri a Parigi fra i gilet gialli la polizia, in particolare nei pressi dell’Hotel de Ville, dove gli agenti hanno lanciato gas lacrimogeni e i manifestanti hanno dato fuoco ad alcuni cassonetti. A piccoli gruppi, da Montmartre, i gilet gialli sono ora in diversi quartieri di Parigi, dagli Champs-Elysées a place de la Concorde. La polizia protegge gli ingressi alle strade che portano all’Eliseo e a palazzo Matignon, sede del governo.

Fermato il portavoce Eric Drouet

Uno dei portavoce più noti dei gilet gialli, Eric Drouet, è stato fermato dopo aver prima organizzato la manifestazione di Versailles e in seguito aver deviato i partecipanti verso Montmartre. Drouet è accusato di organizzazione di manifestazione non autorizzata, possesso di armi e partecipazione a raduno mirante a violenze e danneggiamenti.

Trenta identificati, tre arresti

Trenta persone sono state identificate e 3 poste in stato di fermo finora nei cortei dei gilet gialli a Parigi. I manifestanti hanno dato vita a diversi cortei in direzione di République, del Louvre e dell’Opera. Molti, in ordine sparso, stazionano fra la zona della Madeleine e dei grandi magazzini e la place de la Concorde.

Decine di manifestanti anche in Belgio

Tra i cinquanta e cento gilet gialli sono scesi per le strade di Namur, capitale della Vallonia, in Belgio. Lo scrive l’agenzia Belga precisando che la manifestazione, controllata a distanza da un cordone di polizia e agenti della sicurezza, si è svolta pacificamente. Ieri sera un piccolo gruppo di manifestanti si era radunato di fronte ad una banca denunciando il sistema bancario e fiscale in Belgio. “È tempo di passare all’azione e mostrare che si possono cambiare le cose”, ha detto un manifestante. “Abbiamo tutti delle difficoltà ed è insopportabile essere oppressi quotidianamente in questo modo”, ha aggiunto chiedendo misure in favore del potere d’acquisto delle famiglie.

Loading the player...
Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Cronaca
  • 1