Glencore continua a inquinare aria e terreno in Congo

BERNA - Glencore continua a inquinare aria e terreno nella Repubblica democratica del Congo: lo sostengono alcune Ong svizzere, anche se il loro quarto rapporto incentrato su questa problematica lascia intravedere progressi compiuti dalla multinazionale. Lo studio di "Pane per tutti" e "Sacrificio quaresimale" prende di mira la miniera di rame e cobalto della società Kamoto Copper Company (KCC), di proprietà del gigante di Zugo. Le due ONG hanno misurato la qualità dell'aria nella città di Kolwezi, situata in prossimità della miniera. "Alla fine di maggio del 2018, i livelli di polvere si situavano tra i 150 e i 300 microgrammi per metro cubo e fino a 500 microgrammi sulla strada di accesso alla miniera", indicano in un comunicato congiunto di oggi. Il valore limite dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è di 50 microgrammi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1