Gli USA vogliono Meng Wanzhou

Stati Uniti-Cina

La giustizia a stelle e strisce chiederà l’estradizione dal Canada della direttrice finanzi9aria di Huawei

Gli USA vogliono Meng Wanzhou
Meng Wanzhou, direttrice finanziaria del gruppo Huawei. (Foto Keystone)

Gli USA vogliono Meng Wanzhou

Meng Wanzhou, direttrice finanziaria del gruppo Huawei. (Foto Keystone)

WASHINGTON - Gli Stati Uniti hanno informato il governo canadese di voler procedere con la richiesta formale di estradizione di Meng Wanzhou, direttrice finanziaria di Huawei in a arresto a Vancouver dallo scorso 1. dicembre su richiesta americana con l’accusa di violazione delle sanzioni contro l’Iran. Lo riporta il quotidiano canadese Globe and Mail, secondo cui l’ambasciatore canadese negli USA David MacNaughton ha detto in un’intervista di non sapere quando avverrà con precisione, pur precisando che il 30 gennaio scadrà il termine per la richiesta di estradizione.
La reazione di Pechino
Non si è fatta attendere la reazione di Pechino e quindi ecco che la Cina ha chiesto «alla parte canadese di rilasciare Meng Wanzhou per proteggere efficacemente i suoi diritti e interessi legittimi». Commentando la volontà degli Stati Uniti di procedere alla richiesta di estradizione di Lady Huawei, la portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying ha «esortato con forza gli USA a correggere immediatamente gli errori, a ritirare il mandato d’arresto e a non presentare una richiesta formale di estradizione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1

    Taglio di emissioni insufficiente: solo l’1%

    Cambiamenti climatici

    Secondo l’ONU, l’impegno dei Paesi non è abbastanza, bisognerebbe ridurre l’emissione di gas serra del 45% per mantenere l’aumento delle temperature entro 1,5 gradi dai livelli pre-industriali

  • 2
  • 3

    Twitter verso i contenuti a pagamento

    social network

    La piattaforma starebbe lavorando a un servizio di abbonamento in cui gli utenti pagherebbero contenuti speciali da account di alto profilo

  • 4

    La «sposa dell’ISIS» non potrà tornare a casa

    gran bretagna

    La Corte Suprema di Londra ha rovesciato il verdetto emesso in luglio in appello: alla 20.enne non sarà permesso di rientrare nel Paese dopo essere fuggita nel 2015 per unirsi ai miliziani del Califfato

  • 5

    Rapite oltre 300 studentesse in Nigeria

    africa

    Nuovo attacco da parte di uomini armati in una scuola di Jangebe, nello Stato di Zamfara: settimana scorsa 42 persone e a dicembre altri 300 ragazzi sono stati sequestrati in vari centri scolastici del Paese

  • 1
  • 1