I dati rubati su Facebook in vendita a pochi dollari

Dopo l'attacco hacker, le informazioni dei circa 50 milioni di account compromessi si trovano sul dark web a cifre comprese tra i 3 e i 12 dollari

I dati rubati su Facebook in vendita a pochi dollari

I dati rubati su Facebook in vendita a pochi dollari

WASHINGTON - A poco più di una settimana dall'attacco hacker che ha colpito Facebook e messo a rischio almeno 50 milioni di profili, i dati frutto di quel bottino sono già in vendita sul dark web e a prezzi bassi: tra i 3 e i 12 dollari euro a persona.

A fare la scoperta il sito The Independent, che ha notato nei mercati sotterranei del web - una parte di Internet accessibile solo con determinati software - annunci che offrono agli acquirenti i dati personali degli utenti di Facebook per un minimo di 3 dollari.

Se sfruttati dai criminali informatici, i dati potrebbero essere utilizzati per commettere furti di identità o ricattare gli utenti del social network.

La testata riporta anche una recente ricerca della società Money Guru, non legata all'ultimo hackeraggio a Facebook, che fa una valutazione generale al mercato nero del web della nostra identità digitale, che si aggirerebbe intorno agli 850 euro.

Secondo The Independent, gli account compromessi con l'attacco a Facebook sono in vendita ad una cifra compresa tra i 3 e i 12 dollari; è possibile acquistarli solo utilizzando valute digitali come i bitcoin. Se venduti singolarmente a questi prezzi, stima la testata, il valore dei dati rubati sul mercato nero sarebbe compreso tra 150 e 600 milioni di dollari.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1