«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

L’intervista

Lorenzo Mariani, ricercatore dell’Istituto Affari Internazionali, spiega le ripercussioni economiche e politiche della preoccupante epidemia

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»
Una donna che si protegge con una mascherina attende l’autobus nel distretto commerciale di Pechino dove le strade sono deserte. ©EPA

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

Una donna che si protegge con una mascherina attende l’autobus nel distretto commerciale di Pechino dove le strade sono deserte. ©EPA

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

«Il coronavirus rimette in discussione la credibilità della Cina»

Mentre il numero dei morti ha raggiunto le mille unità e l’OMS ha definito il coronavirus una minaccia peggiore del terrorismo, le conseguenze dell’ascesa dei contagi si fanno sempre più sentire anche sull’economia e sui rapporti diplomatici. Per fare un quadro della situazione abbiamo intervistato Lorenzo Mariani, ricercatore dell’Istituto Affari Internazionali di Roma, esperto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1