Finanziamenti

Il gruppo «Louis Vuitton Moet Hennessy» mette sul tavolo 200 milioni di euro

Appartiene alla famiglia Arnault e metterà a disposizione tutte le sue squadre di creatori, architetti e finanzieri per aiutare la ricostruzione

Il gruppo «Louis Vuitton Moet Hennessy» mette sul tavolo 200 milioni di euro
Fotogonnella

Il gruppo «Louis Vuitton Moet Hennessy» mette sul tavolo 200 milioni di euro

Fotogonnella

PARIGI (aggiornata alle 14.20) - Il gruppo LVMH («Louis Vuitton Moet Hennessy») e la famiglia Arnault, che ne è la proprietaria e detiene il quarto patrimonio più grande al mondo, hanno annunciato questa mattina una donazione di 200 milioni di euro per la ricostruzione di Notre Dame, devastata dall’incendio di lunedì. Il gruppo spiega di volersi unire «alla ricostruzione di questa straordinaria Cattedrale, simbolo della Francia, del suo patrimonio e della sua unità». Il gruppo, prima ricchezza di Francia, annuncia di mettere a disposizione «tutte le sue squadre di creatori, architetti, finanzieri, per aiutare nel lungo lavoro di ricostruzione e di raccolta di fondi». Nel primo pomeriggio è poi giunta la notizia che il gruppo petrolifero transalpino Total ha deciso di fare un «dono speciale» di 100 milioni di euro per il restauro della cattedrale di Notre Dame. Ad annunciarlo su Twitter è stato Patrick Pouyanné, amministratore delegato della Total.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1