Incidente

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Identificato l’uomo ai comandi dell’elicottero schiantatosi contro una grattacielo a Manhattan

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»
(foto Keystone)

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

(foto Keystone)

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

 Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

Il pilota era «altamente addestrato e conosceva New York»

WASHINGTON - È stato identificato il corpo del pilota dell’elicottero privato Agusta A 109E schiantatosi ieri sul tetto di un grattacielo di Manhattan: si chiamava Tim McCormack e lavorava per Daniele Bodini, fondatore della società immobiliare American Continental Properties Group.

Lo riferiscono le autorità cittadine. Era considerato un pilota veterano altamente addestrato e con una enorme conoscenza dell’area di Nyc, dove aveva volato per molti anni. L’elicottero era decollato da un eliporto dell’east side alle 1.32 locali (le 19.32) ed è caduto 11 minuti dopo, per cause ancora da accertare, a meno di un chilometro dalla Trump Tower.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Cronaca
  • 1