BOEING 737 max 8

In almeno due casi con l’autopilota il velivolo ha iniziato a perdere quota

Gli eventi sono stati registrati in un database della Nasa - In uno dei casi la scatola nera ha registato le urla del pilota: «Non cadere! Non cadere»

In almeno due casi con l’autopilota il velivolo ha iniziato a perdere quota
Foto Keystone

In almeno due casi con l’autopilota il velivolo ha iniziato a perdere quota

Foto Keystone

ADDIS ABEBA - In almeno due casi, il pilota automatico del Boeing 737 Max 8, sotto accusa dopo l'incidente all'Ethiopian Airlines e messo a terra da enti aeronautici e compagnie aeree di mezzo mondo, ha dato problemi e ha iniziato a far perdere rapidamente quota al velivolo, tanto da obbligare i piloti a disinnescarlo.

Gli equipaggi, i cui casi sono stati segnalati e archiviati in un database della Nasa, sono anonimi, come lo sono i vettori che lo hanno segnalato e i luoghi dove sono avvenuti. I casi sono però stati riportati dall'Independent.

In uno di questi casi - scrive il quotidiano - il capitano, appena inserito l'autopilota, ha immediatamente segnalato "scendiamo". Pochi minuti dopo la scatola nera ha registrato un audio di uno dei piloti che gridava: "Non cadere! Non cadere!", dopo di che il pilota automatico è stato disinnescato. In un altro caso segnalato, il copilota ha riferito che, appena inserito l'autopilota, il muso dell'aereo si è rivolto all'ingiù e si è iniziato a perdere quota per 400-500 metri al minuto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1