Tensioni

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa

Il diplomatico elvetico a Teheran che cura gli interessi degli Stati Uniti chiamato a recarsi al ministero degli Esteri della Repubblica islamica per ricevere ulteriori delucidazioni sull’abbattimento del drone americano

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa
L’ambasciatore svizzero a Teheran Markus Leitner. (via web)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa

L’ambasciatore svizzero a Teheran Markus Leitner. (via web)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa
I resti del drone abbattuto. (IRIB)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa

I resti del drone abbattuto. (IRIB)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa
I resti del drone abbattuto. (IRIB)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa

I resti del drone abbattuto. (IRIB)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa
Un video mostra le immagini dell’abbattimento del drone. (EPA)

Iran: convocato l’ambasciatore svizzero che rappresenta gli Usa

Un video mostra le immagini dell’abbattimento del drone. (EPA)

ISTANBUL - L’ambasciatore svizzero a Teheran Markus Leitner, che cura gli interessi degli Stati Uniti in Iran, è stato convocato al ministero degli Esteri della Repubblica islamica per ricevere ulteriori delucidazioni sull’abbattimento del drone americano sullo stretto di Hormuz.

La convocazione del diplomatico, riportata dall’agenzia Mehr, giunge dopo una sua «telefonata d’emergenza» con il viceministro degli Esteri della Repubblica islamica, Abbas Araghchi, di cui l’ambasciatore ha fatto sapere di aver riferito a Washington.

Nel corso del colloquio l’assistente del ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif, Mohsen Baharvand, ha sostenuto che le forze armate iraniane hanno utilizzato finora la massima prudenza nella delicata regione del Golfo, ma sono state costrette a compiere questo atto in risposta dal comportamento provocatorio della parte americana, avvertendo di «conseguenze imprevedibili» per «tutte le parti» in caso di un’escalation. Teheran ha quindi chiesto all’ambasciatore di riferire a Washington che non intende fare guerra a nessun Paese, ma che non tollererà alcun atto di aggressione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1