L’ultimo saluto a Nadia Toffa: «Amava la verità»

lutto

A celebrare i funerali della conduttrice delle Iene questa mattina nella cattedrale di Brescia è il parroco della Terra dei Fuochi don Patriciello

L’ultimo saluto a Nadia Toffa: «Amava la verità»
via web

L’ultimo saluto a Nadia Toffa: «Amava la verità»

via web

L’ultimo saluto a Nadia Toffa: «Amava la verità»

L’ultimo saluto a Nadia Toffa: «Amava la verità»

BRESCIA - È il momento dell’ultimo saluto a Nadia Toffa, la celebre conduttrice delle Iene, deceduta dopo una lunga battaglia contro il cancro, a soli 40 anni. Ad accogliere il feretro, nella cattedrale di Brescia, una folta folla, commossa. I funerali, celebrati da don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano (Napoli) noto per il suo impegno nella Terra dei Fuochi, sono iniziati alle 10.30. A richiedere la sua presenza è stata proprio Nadia, sulla cui bara era appoggiata, tra i fiori, anche la cravatta nera da «Iena».

«Nadia ha avuto fame e sete di giustizia dove ci sono i più bistrattati, nella Terra dei Fuochi - ha detto il religioso -. Nadia era dalla parte dei più deboli. Nadia, tu sei stata amata perché hai amato la verità e hai fatto del tuo lavoro una missione, come dovremmo fare tutti». Don Patriciello ha anche ricordato come la Toffa non si sia mai vergognata della sua malattia. «Come si fa a comprendere una ragazza bella e sveglia che dice ‘porto una parrucca’? Lei ha avuto il coraggio di dire questa è una parrucca. Nadia, hai raccontato la tua paura, le tue speranze, la tua è stata vita sino all’ultimo respiro. Hai capito che la vita è vita anche quando si fa pesante. Sei stata coraggiosa e umile, sei stata una ‘iena’, ma anche una colomba. Sei stata forte, ma anche così fragile, sei stata una donna amante della giustizia. Sei stata capace di mettere l’Italia sotto sopra, sei stata capace di unire nord e sud, la Terra dei Fuochi con Brescia, sei entrata nel cuore di tutti. Ma non perché andavi in tv. Nadia non è stata solo apprezzata e stimata, ma è stata amata, il che è tutta un’altra cosa. È stata amata perché amava la verità».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1