La terra trema: le scosse non solo in Indonesia

Nel Paese già colpito dallo tsunami almeno 3 morti - Attività sismica anche più forte in Papua Nuova Guinea e al largo delle russe isole Curili

La terra trema: le scosse non solo in Indonesia

La terra trema: le scosse non solo in Indonesia

BALI (INDONESIA) - Sono 3 finora le vittime del terremoto di magnitudo 6 che nella notte ha scosso Bali e East Java: lo riferiscono le autorità indonesiane secondo cui ci sono anche 4 feriti. L'Indonesia è stata colpita lo scorso 28 settembre da un sisma e da un violento tsunami che hanno causato 2.045 vittime accertate nell'isola di Sulawesi. Migliaia di persone sono ancora disperse.

Due cosse di terremoto ancora più forti, rispettivamente di magnitudo 7.0 e 6.5 sono state poi registrate in Papua Nuova Guinea, una alle 22.48 (le 7.48 ora locale) e l'altra a mezzanotte (le 9 locali). I due sismi (a 3 mila km di distanza dall'Indonesia), sono stati inframmezzati da scosse di minore entità, segnalate dall'Usgs e anche dall'Ingv. Al momento non ci sono notizie di danni alle cose o alle persone, e non è stato emesso alcun allerta tsunami.  

Un altro terremoto di magnitudo 6.8 è avvenuto al largo delle isole Curili, territorio russo tra l'estremità nordorientale dell'isola giapponese di Hokkaid? e la penisola russa della Kam?atka. Lo riporta l'Usgs. Non risulta alcun allerta tsunami, né danni alle cose o alle persone.

Il sisma si è verificato all'1.16 ora svizzera (le 11.16 locali), a una profondità di 10 chilometri. Queste isole sono note per essere soggette a frequenti e forti terremoti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca