L'Ue condanna l'aggressione della Russia a navi militari ucraine

La Commissione europea punta il dito verso Mosca: "Pericolosa escalation: la Russia lasci andare le navi e l'equipaggio"

L'Ue condanna l'aggressione della Russia a navi militari ucraine

L'Ue condanna l'aggressione della Russia a navi militari ucraine

BRUXELLES - "Gli sviluppi nel mar d'Azov sono inaccettabili e ci aspettiamo che la Russia lasci andare subito le navi e l'equipaggio". Lo afferma una portavoce della Commissione europea condannando "l'aggressione verso l'Ucraina" che ha generato una "pericolosa escalation".

Stiamo prendendo la questione con "grande serietà", assicura la portavoce, "e per noi è una priorità in questo momento. I contatti dell'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini sono in corso e non si escludono anche altre iniziative.

Intanto il presidente ucraino Petro Poroshenko chiede alla Russia di "rilasciare immediatamente" i marinai ucraini catturati e restituire a Kiev le tre navi ucraine sequestrati dalle forze russe a largo della Crimea. A bordo del rimorchiatore Yana Kapu e delle cannoniere Berdiansk e Nikopol c'erano 23 militari ucraini. Secondo Kiev, sei sono rimasti feriti negli scontri. Mosca riferisce invece di tre ucraini feriti e non in pericolo di vita.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1