Mario Botta è campione di architettura

Dopo i Mondiali di calcio, l'Archi World Cup vede scendere in campo i maggiori esponenti di quest'arte - A vincere l'edizione 2018 è l'architetto di Mendrisio

Mario Botta è campione di architettura

Mario Botta è campione di architettura

LUGANO - L'architetto Mario Botta ha vinto l'Archi World Cup 2018, il contest di architettura online ideato dall'associazione culturale Disordine degli Architetti. Dopo aver superato agli ottavi di finale l'architetto messicano Javier Senoisian, ai quarti la peruviana Sandra Barclay e in semifinale la danese Dorte Mandrup, il progettista nato a Mendrisio ha superato in finale il giapponese Tadao Ando grazie agli oltre 3.000 voti ricevuti.

"Le persone conoscono più nomi di calciatori che di architetti. Eppure tutti vivono in un'architettura e pochissimi giocano a calcio per vivere". Con questa frase il Disordine degli Architetti ha spiegato lo spirito di un gioco online, l'Archi World Cup, creato con l'obiettivo di far conoscere gli architetti più apprezzati nel mondo e le loro opere più significative. Il torneo, iniziato dagli ottavi di finale, ha visto partecipare 16 nazioni e raccolto migliaia di voti da ogni parte del mondo, coinvolgendo direttamente le archi-star nella condivisione del gioco al fine di raccogliere voti. Tutta la competizione si può rivivere nello storico a questo link: https://bit.ly/2JLnyHI.

L'idea dell'p è nata dal Disordine degli Architetti, associazione culturale e magazine online che sviscera il tema dell'architettura nei suoi lati meno convenzionali. Un progetto di due architetti italiani, Chiara Giolito ed Eugenio Cappetti che ha raccolto oltre 15 mila iscritti sui social in pochi mesi e lanciato rubriche che sono già diventate appuntamento fisso per gli appassionati di architettura in tutta Italia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1