Raccolta dati, Facebook ci ricasca

Comunicazione

Il colosso dei social media avrebbe raccolto i messaggi audio dei suoi utenti, inviandoli poi a contrattisti esterni pagati per trascriverli

Raccolta dati, Facebook ci ricasca
Foto Zocchetti

Raccolta dati, Facebook ci ricasca

Foto Zocchetti

WASHINGTON - Facebook ha raccolto i messaggi audio dei suoi utenti e li ha inviati a contrattisti esterni pagati per trascriverli. Lo riporta l’agenzia Bloomberg citando fonti anonime.

I vertici del social media hanno quindi spiegato di aver raccolto solo gli audio di quegli utenti che hanno acconsentito alla trascrizione delle proprie chat. Facebook però - fanno notare alcuni osservatori - nella sua policy sull’uso dei dati privati non fa menzione della raccolta di dati audio e della loro successiva trascrizione da parte di terzi.

La piattaforma creata da Mark Zuckerberg di recente ha patteggiato con le autorità federali statunitensi il pagamento di una multa di 5 miliardi di dollari per l’uso improprio dei dati e delle informazioni personali degli utenti emerso con lo scandalo Cambridge Analytica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1