Israele

Ragazza israeliana 17.enne morta per un attentato

Nell’attacco con esplosivo sono stati feriti gravemente anche il padre e il fratello - Netanyahu promette vendetta

Ragazza israeliana 17.enne morta per un attentato
Il premier israeliano Benjamin Netanyahu. (Foto Keystone)

Ragazza israeliana 17.enne morta per un attentato

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu. (Foto Keystone)

TEL AVIV - Una ragazza israeliana di 17 anni è rimasta ferita ed è poi morta in seguito a un attentato all’esplosivo avvenuto oggi alla sorgente di Bubin, nei pressi di Dolev, insediamento ebraico in Cisgiordania. Nell’attacco sono stati feriti gravemente anche il padre e il fratello della ragazza. Non è ancora chiaro se l’ordigno artigianale fosse nascosto sul posto oppure sia stato lanciato verso gli israeliani.

Il portavoce militare israeliano Ron Manelis ha confermato che l’esplosione viene considerata «un grave attacco terroristico», mentre il primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato: «La lunga mano di Israele raggiungerà i responsabili e regolerà i conti».

«Invio le mie condoglianze alla famiglia della ragazza uccisa in un grave attentato terroristico e gli auguri di guarigione ai feriti. Continueremo a rafforzare gli insediamenti e metteremo radici più profonde. Colpiremo i nostri nemici: le forze di sicurezza stanno inseguendo i maledetti terroristi e li prenderemo», ha detto ancora.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1