"Reclutava agenti per conto di Pechino", arrestato studente cinese

Ji Chaoqun è stato accusato di aver fornito informazioni all'intelligence cinese su 8 cittadini americani, compresi alcuni contractor della difesa

"Reclutava agenti per conto di Pechino", arrestato studente cinese

"Reclutava agenti per conto di Pechino", arrestato studente cinese

CHICAGO - L'accusa è di essere un agente straniero non registrato. Gli 8 cittadini americani che sarebbero stati segnalati all'intelligence di Pechino erano tutti originari della Cina o di Taiwan.

Ji Chaoqun era arrivato a Chicago nel 2013 per studiare ingegneria elettronica all'Illinois Institute of Technology di Chicago. Nel 2016 si è arruolato nell'esercito come riservista, aderendo ad un programma che consente ad alcuni immigrati di vivere nel paese legalmente qualora le loro competenze siano 'vitali' per gli interessi degli Stati Uniti.

Il 27enne ha assistito all'udienza preliminare alla corte federale di Chicago, dove e' apparso stanco e ansioso. Ha parlato per una quindicina di minuti per mezzo di un interprete. Quando però il giudice gli ha chiesto se aveva capito i suoi diritti, ha girato la testa e ha detto in inglese: "Capisco" e, tramite il suo avvocato, ha chiesto che il suo arresto fosse notificato al consolato cinese.

Se giudicato colpevole, Chaoqun rischia una condanna a 10 anni in una prigione federale. 

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1