Secondo arresto per il furto del water d’oro

il caso

L’opera di Cattelan, dal valore stimato di 5 milioni di euro, non è però ancora stata ritrovata

Secondo arresto per il furto del water d’oro
© AP

Secondo arresto per il furto del water d’oro

© AP

Un secondo uomo è stato arrestato dalla polizia britannica nelle indagini sul furto del ‘water d’oro’ dell’artista italiano Maurizio Cattelan, rubato la settimana scorsa dalla dimora-museo di Blenheim Palace.

Lo storico edificio inglese nella valle del Tamigi è noto fra l’altro come luogo di nascita di Winston Churchill.

Lo ha reso noto oggi la Thames Valley Police, precisando che il sospetto, del quale non è stato reso noto ufficialmente il nome, ha 36 anni, e che l’opera al momento non è stata ancora ritrovata. «Continuiamo a indagare, la nostra priorità è adesso recuperare la refurtiva», ha detto il capo ispettore detective Steven Jones, citato dall’agenzia Pa. Non senza lanciare un nuovo appello a eventuali testimoni e a «chiunque sia in possessi d’informazioni» utili a contattare le forze dell’ordine.

L’opera di Cattelan - realizzata in oro massiccio da 18 carati come altre copie identiche in giro per il mondo e ribattezzata provocatoriamente ‘America’ - ha un valore stimato di 5 milioni di euro. Ma era normalmente utilizzabile come toilette.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1