giustizia

Sedici a processo per aver tentato di rovesciare il governo di Erdogan

Accademici, giornalisti, artisti e imprenditori compariranno da oggi di fronte al giudice per le proteste di Geizi Park del 2013

Sedici a processo per aver tentato di rovesciare il governo di Erdogan
Un momento di manifestazione nel 2013 al Gezi Park. (via web)

Sedici a processo per aver tentato di rovesciare il governo di Erdogan

Un momento di manifestazione nel 2013 al Gezi Park. (via web)

ISTANBUL - Inizia stamani tra massicce misure di sicurezza nel carcere di Silivri a Istanbul il processo a 16 accademici, giornalisti, artisti e imprenditori che rischiano l’ergastolo con l’accusa di aver tentato di rovesciare il governo del presidente turco Recep Tayyip Erdogan con le proteste di Gezi Park, avvenute tra il 28 maggio e il 30 agosto 2013.

L’imputato più noto è l’imprenditore e filantropo Osman Kavala, da anni impegnato nel dialogo interculturale e fondatore dell’ong Anadolu Kultur, che Erdogan ha accusato di aver finanziato le manifestazioni contro di lui anche attraverso i suoi legami con il «noto ebreo ungherese Soros».

Alcuni imputati sono processati in contumacia, come Can Dundar, ex direttore del quotidiano di opposizione laica Cumhuriyet, e l’attore Mehmet Ali Alabora. Il processo è fortemente criticato da ong internazionali come Amnesty International e Human Rights Watch, secondo cui nelle 657 pagine dell’atto d’accusa della procura «non c’è uno straccio di prova». Sul caso è intervenuta in passato anche l’Ue, esprimendo preoccupazione per la detenzione preventiva di Kavala, che dura da oltre 600 giorni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1