Sicurezza senza precedenti per Russia2018

I dispositivi per i Mondiali sono pronti - I responsabili assicurano di essere preparati a combattere qualsiasi minaccia

Sicurezza senza precedenti per Russia2018

Sicurezza senza precedenti per Russia2018

MOSCA - La Russia ha preso "misure senza precedenti" per garantire la sicurezza ai Mondiali 2018. "Siamo pronti a combattere qualsiasi minaccia", hanno dichiarato mercoledì i vertici russi responsabili della sicurezza in occasione dell'evento.

"Le misure adottate sono davvero senza precedenti e sono pianificate già tempo. Sono basate sulla nostra esperienza in occasione di eventi simili, ma abbiamo pure studiato le esperienze altrui, a livello internazionale", ha assicurato nel corso di una conferenza stampa Alexeï Lavrichtchev, direttore operativo delle operazioni di sicurezza in seno al servizio di sicurezza russo (FSB).

"Ad oggi non rileviamo minacce particolari per i partecipanti e gli ospiti dei Mondiali. Tuttavia, nel corso degli anni di preparazione, abbiamo stabilito un piano di sicurezza chiaro e siamo pronti a combattere qualunque tipo di minaccia alla sicurezza, indipendentemente dalla sua origine", ha aggiunto.

Anton Goussev, del ministero russo dell'Interno, ha precisato nel corso della stessa conferenza stampa che "tutte le forze di sicurezza saranno coinvolte, sia a livello di polizia, sia del ministero delle Situazioni d'emergenza".

Rischio attentatiPur rifiutando di fornire il numero esatto di persone che saranno impiegate per proteggere il più grande evento sportivo del mondo, organizzato per la prima volta in Russia, Goussev ha precisato che "quindici ministeri e servizi sono al lavoro per garantire la sicurezza".

La Russia ha quindi drasticamente rinforzato le procedure per i Mondiali, che si svolgeranno dal 14 giugno al 15 luglio. Gli spostamenti saranno limitati nel paese e la possibilità di organizzare manifestazioni pubbliche nelle città ospiti sarà ridotto.

Più che degli hooligan, la Russia teme gli attentati dato che il Paese è stato a più riprese minacciato da jihadisti dello Stato islamico e dal ramo siriano di Al-Quaïda dopo il suo intervento militare in Siria.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1