Migrazione

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno

Dal 1. gennaio, 45.505 rifugiati sono entrati in Europa via mare, quasi tutti in Grecia e Spagna, in calo di circa il 30% rispetto ai 64.836 arrivati nello stesso periodo dell’anno scorso

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno
Foto Keystone

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno

Foto Keystone

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno

Sono 859 i morti in mare dall’inizio dell’anno

GINEVRA - È salito a 859 il numero dei profughi che hanno perso la vita nelle acque del Mediterraneo dall’inizio del 2019. Dal primo gennaio al 22 agosto - ha riferito oggi l’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) - 45.505 migranti e rifugiati sono entrati in Europa via mare, in calo di circa il 30% rispetto ai 64’836 arrivati nello stesso periodo dell’anno scorso.

La maggior parte degli sbarchi sono stati segnalati in Grecia e in Spagna, con rispettivamente 23.193 e 14.680 arrivi dall’inizio del 2019. L’Italia ne ha registrati 4.664, precisa una nota dell’Oim.

Gli 859 decessi di uomini, donne e bambini segnalati quest’anno sulle tre principali rotte del Mar Mediterraneo sono pari al 55% dei 1558 morti dello stesso periodo del 2018. La maggior parte dei decessi - quasi 600 - si sono verificati sulla rotta del Mediterraneo centrale, che collega l’Africa del Nord a Italia e Malta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1