Italia

Sopralluogo nella villa di Beppe Grillo a Porto Cervo

L’abitazione del comico genovese è stata ispezionata nel quadro dell’indagine che vede il figlio 19.enne accusato da una coetanea, insieme a tre amici, di stupro di gruppo

Sopralluogo nella villa di Beppe Grillo a Porto Cervo
Foto Shutterstock

Sopralluogo nella villa di Beppe Grillo a Porto Cervo

Foto Shutterstock

Il sopralluogo, riporta la stampa italiana, sarebbe avvenuto ieri pomeriggio ed è durato all’incirca un’ora nella villa di Beppe Grillo a Porto Cervo.

Proprio in Sardegna, il 16 luglio scorso si sarebbe infatti consumata una violenza sessuale di gruppo ai danni di una studentessa diciannovenne residente a Milano. Dello stupro sono accusati il figlio del garante M5S, coetaneo della giovane, e altri tre giovani, amici di Grillo.

Magistrati e legali della difesa hanno analizzato le stanze dell’abitazione in cui si sarebbero svolti i fatti che la ragazza ha denunciato ai carabinieri di Milano. Sono stati fotografati gli ingressi delle due abitazioni: si tratta di due villette parallele, una di proprietà della famiglia Grillo e l’altra (quella dove è avvenuta la violenza) che è comunque nella disponibilità della stessa famiglia. Fotografata anche la doccia dove sarebbe avvenuto un rapporto tra la giovane e uno del quartetto di amici. Anche questo uno stupro, secondo la ragazza che il 26 luglio ha sporto la denuncia accompagnata dai genitori.

Secondo la linea di difesa, comune a tutti e quattro i ragazzi, si è invece trattato di rapporti consenzienti, avvenuti in seguito all’incontro con la ragazza e una sia amica alla discoteca Billionaire.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1