Svizzera rapita, il DFAE ribatte

Sri Lanka

Il segretario di Stato Pascale Baeriswyl ha chiesto alla controparte di fornire le prove delle presunte incoerenze nelle affermazioni dell’impiegata rossocrociata

Svizzera rapita, il DFAE ribatte
©Shutterstock

Svizzera rapita, il DFAE ribatte

©Shutterstock

La segretaria di Stato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) Pascale Baeriswyl ha incontrato oggi a Berna l’ambasciatore dello Sri Lanka in Svizzera, con sede a Berlino, Karunasena Hettiarachchi. Ha chiesto al diplomatico di fornire chiarimenti sulle asserite disinformazioni fornite dalla Svizzera in merito al rapimento di una dipendente locale dell’ambasciata elvetica a Colombo. Ieri il Ministero degli affari esteri di Colombo ha segnalato all’ambasciatore svizzero nello Sri Lanka, Hanspeter Mock, presunte incoerenze nelle affermazioni dell’impiegata.

Baeriswyl oggi ha chiesto alla controparte di fornire le prove del suo dire. Ha inoltre assicurato che Berna non intende in alcun modo ostacolare le indagini su quanto accaduto. Il DFAE sosterrà tutti i provvedimenti che permetteranno di risolvere la questione secondo le regole dello Stato di diritto, si legge in una nota dello stesso DFAE diramata questa sera. L’impiegata sarà sentita sull’accaduto, ma solo quando la sua salute lo permetterà.

Secondo la ricostruzione dell’episodio che era stata inizialmente fatta, la dipendente dell’ambasciata svizzera sarebbe stata rapida con un furgone bianco e rilasciata dopo circa due ore. Sembra che la donna sia stata interrogata su un alto funzionario dello Sri Lanka.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1