MEDICINA

Trapianti, trovato il gene che provoca il rigetto dell’organo

La scoperta, pubblicata sul New England Journal of Medicine, aiuterà a migliorare la scelta dei donatori

Trapianti, trovato il gene che provoca il rigetto dell’organo
(Foto Zocchetti)

Trapianti, trovato il gene che provoca il rigetto dell’organo

(Foto Zocchetti)

TORINO - Uno studio internazionale ha scoperto un gene che provoca il rigetto nei trapianti di organo. Lo hanno condotto la Columbia University di New York e alcuni centri europei, tra cui Città della Salute e Università di Torino, ed è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine.

I ricercatori hanno identificato il gene LIMS1 che, quando diverso tra donatore e ricevente, cioè incompatibile, contribuisce a peggiorare la riuscita del trapianto. La scoperta aiuterà a migliorare la scelta dei donatori.

Lo studio, condotto analizzando 2700 coppie di donatore-ricevente di trapianto renale, delle quali 800 a Torino, permetterà di «trovare le combinazioni più compatibili quando si selezionano gli organi da trapiantare. Si potranno quindi migliorare gli abbinamenti tra donatore e ricevente e di conseguenza l’esito dei trapianti», spiega la professoressa Silvia Deaglio, ricercatrice del gruppo di Genetica dei Trapianti dell’Università di Torino.

Lo studio, inoltre «ci ha permesso - prosegue la ricercatrice - di mettere a punto le analisi di laboratorio per intercettare la presenza di anticorpi contro la proteina LIMS1. Potremmo utilizzarle per monitorare i trapianti ed accorgerci dell’eventuale presenza prima dei segni clini

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cronaca
  • 1