“Venezuela come il Mediterraneo”

È l'allarme lanciato dall'Oim - A causa della recessione circa 2,3 milioni di venezuelani sono fuggiti dal paese, rifugiandosi principalmente in Colombia, Ecuador, Perù e Brasile

“Venezuela come il Mediterraneo”
Alcuni venezuelani senza passaporto attendono al ponte "Rumichaca" che connette la Colombia e l'Ecuador

“Venezuela come il Mediterraneo”

Alcuni venezuelani senza passaporto attendono al ponte "Rumichaca" che connette la Colombia e l'Ecuador

GINEVRA - La crisi migratoria in Venezuela potrebbe eguagliare quella del Mediterraneo. È l'allarme lanciato dall'Oim, l'Organizzazione internazionale per le migrazioni. Molti venezuelani hanno scelto di lasciare il Paese a causa della recessione che dura da cinque anni.

Secondo le stime dell'Onu, sino al mese di giugno 2018 circa 2,3 milioni di venezuelani sono fuggiti dal paese devastato dalla crisi, rifugiandosi principalmente in Colombia, Ecuador, Perù e Brasile. "Questo sta determinando una crisi che abbiamo già visto in altre parti del mondo, in particolare nel Mediterraneo", sostiene l'Oim.

"Dobbiamo iniziare a mettere in fila priorità e finanziamenti e mezzi per gestire la crisi al più presto possibile". Pochi giorni fa, Ecuador e Perù hanno detto che a coloro che non hanno un passaporto valido sarà negato l'ingresso, una mossa che ha colpito centinaia di migliaia di venezuelani che in precedenza avevano il permesso di attraversare il confine con la sola carta d'identità.

Dall'annuncio delle nuove regole sul passaporto, l'autorità per la migrazione della Colombia ha affermato di aver registrato una diminuzione del traffico rispetto ai valichi di frontiera ufficiali e un aumento dell'uso di attraversamenti irregolari.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1