Damasco contro Trump: «USA Stato canaglia»

Medio Oriente

Il ministero degli esteri siriano risponde all’intervista in cui il presidente americano ammette di aver proposto tre anni fa l’uccisione di Bashar al Assad

Damasco contro Trump: «USA Stato canaglia»
© AP/Evan Vucci

Damasco contro Trump: «USA Stato canaglia»

© AP/Evan Vucci

Il governo siriano ha risposto nelle ultime ore alle affermazioni del presidente americano Donald Trump, che ha ammesso che tre anni fa aveva proposto di far uccidere il presidente siriano Bashar al Assad: «L’ammissione di Trump - si legge su un comunicato del ministero degli esteri di Damasco diffusa dall’agenzia Sana - conferma che l’amministrazione USA rappresenta uno Stato canaglia che agisce fuori dal diritto internazionale».

In un commento televisivo, Trump aveva ieri raccontato di aver proposto nel 2017, all’allora segretario alla difesa Jim Mattis, di far assassinare Assad. Ma che questa iniziativa era stata bocciata dallo stesso Mattis. «Avrei preferito farlo fuori», ha detto Trump riferendosi al contesto immediatamente successivo a un attacco chimico attribuito al governo siriano e commesso contro civili siriani nella regione di Idlib, all’epoca fuori dal controllo governativo.

«Trump - prosegue il testo del ministero degli esteri siriano - adotta le stesse tattiche dei gruppi terroristi, come l’omicidio e l’assassinio». In risposta all’attacco chimico, gli Stati Uniti avevano invece bombardato, con un attacco da più parti definito simbolico, una base aerea militare da cui si pensava fossero partiti i jet siriani che avevano sganciato i gas tossici contro i civili.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1