Dopo il lockdown parziale, l’Olanda pensa a nuove restrizioni

Pandemia

Una nuova stretta potrebbe riguardare la chiusura delle scuole a causa dell’aumento dei contagi tra i bambini

 Dopo il lockdown parziale, l’Olanda pensa a nuove restrizioni
© EPA/Jeroen Jumelet

Dopo il lockdown parziale, l’Olanda pensa a nuove restrizioni

© EPA/Jeroen Jumelet

L’Olanda potrebbe annunciare restrizioni più severe contro la COVID-19 venerdì. Lo ha reso noto il ministro della sanità Hugo de Jonge, spiegando che l’aumento «preoccupante» dei contagi (circa 23’000 al giorno) ha comportato l’anticipo di una settimana di una riunione del gabinetto prevista per il 3 dicembre.

I ministri prenderanno in considerazione i consigli del team di gestione dell’epidemia olandese prima che il primo ministro Mark Rutte annunci le decisioni del governo in una conferenza stampa, ha aggiunto de Jonge, precisando che non avrebbe anticipato le nuove misure.

Secondo i media olandesi, una nuova stretta potrebbe riguardare la chiusura delle scuole con il progressivo aumento dei contagi in particolare tra i bambini.

Il lockdown parziale, introdotto il 12 novembre, prevede la chiusura alle 20.00 di bar, ristoranti, caffè e supermercati; gare sportive a porte chiuse e un tetto al numero delle persone che si possono invitare a casa.

Ma nei giorni scorsi il governo ha avvertito che senza un rigido rispetto delle regole attuali si potrebbe tornare ad un lockdown di fatto, nonostante l’ondata di proteste contro le restrizioni che si è scatenata nel paese nei giorni scorsi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1