Doppio attacco jihadista a due postazioni ONU

nigeria

Terroristi del gruppo dello Stato islamico in Africa occidentale, una costola di Boko Haram, hanno attaccato simultaneamente un campo militare e una base delle Nazioni Unite

Doppio attacco jihadista a due postazioni ONU
© AP/Jerome Delay

Doppio attacco jihadista a due postazioni ONU

© AP/Jerome Delay

(Aggiornato il 2 marzo) - Terroristi del gruppo dello Stato islamico in Africa occidentale (Iswap), una costola di Boko Haram, hanno invaso la città di Dikwa ieri sera attaccando simultaneamente un campo militare e una base delle Nazioni Unite, Lo hanno riferito ad AFP un ufficiale dell’esercito e una fonte umanitaria in condizione di anonimato. Venticinque operatori umanitari hanno trovato riparo in un bunker.

Tre anni fa, il 1 marzo 2018, i terroristi dell’Iswap in un’azione analoga attaccarono un hub umanitario delle Nazioni Unite nella città di Rann, uccidendo tre operatori umanitari e rapendo una lavoratrice.

L’Iswap, affiliato all’Isis, si è separato da Boko Haram nel 2016 e da allora è diventata la più grande minaccia jihadista in Nigeria. Venerdì i combattenti dell’Iswap su camion muniti di mitragliatrici hanno fatto irruzione a Dikwa, facendo fuggire i residenti. La città, a 90 chilometri dalla capitale dello stato del Borno Maiduguri, ospita più di 130.000 persone, tra cui 75.000 che erano già fuggite da altre parti della regione e vivevano in campi dove si affidano agli aiuti di emergenza delle agenzie umanitarie.

Per respingere i jihadisti sono stati inviati a Dikwa rinforzi militari dalla città di Marte, a 40 chilometri di distanza, ha detto una fonte umanitaria. «Due caccia e un elicottero da combattimento forniscono supporto aereo per respingere i jihadisti e allontanarli dalla base umanitaria», ha detto la fonte.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1