Due dosi di Pfizer efficaci al 90% per almeno 6 mesi

Pandemia

Secondo uno studio pubblicato su «The Lancet», il preparato anti-COVID protegge dai ricoveri al 90%: vale per tutte le varianti, inclusa la Delta

 Due dosi di Pfizer efficaci al 90% per almeno 6 mesi
©Keystone

Due dosi di Pfizer efficaci al 90% per almeno 6 mesi

©Keystone

Due dosi del vaccino anti-COVID di Pfizer-BioNTech (BNT162b2) sono efficaci al 90% contro i ricoveri per COVID-19 per tutte le varianti, inclusa la Delta, per almeno sei mesi. Lo conferma un nuovo studio del Kaiser Permanente Southern California (KPSC) health system e Pfizer pubblicato sulla rivista «The Lancet».

Lo studio rileva che l'efficacia contro tutte le infezioni da SARS-COV-2 è diminuita durante il periodo di studio, passando dall’88% entro un mese dopo aver ricevuto due dosi di vaccino al 47% dopo sei mesi. Tuttavia, sottolineano i ricercatori, «l’efficacia contro i ricoveri è rimasta al 90% complessivamente e per tutte le varianti».

Questi risultati, si legge nello studio, sono coerenti con i rapporti preliminari dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e del Ministero della salute israeliano, che hanno riscontrato riduzioni di efficacia del vaccino BNT162b2 contro l'infezione dopo circa sei mesi.

I ricercatori affermano che questo studio sottolinea l'importanza di migliorare i tassi di vaccinazione in tutto il mondo e monitorare l'efficacia del vaccino per determinare quali gruppi di popolazione dovrebbero avere la priorità per ricevere i richiami.

Inoltre, in un'analisi specifica, i ricercatori hanno scoperto che le riduzioni dell'efficacia del vaccino contro le infezioni COVID-19 nel tempo sono probabilmente dovute al declino, e non alla variante delta che sfugge alla protezione del vaccino.

L'efficacia del vaccino contro le infezioni della variante delta a un mese dopo le due dosi di BNT162B2 era del 93% ed è scesa al 53% dopo quattro mesi. L'efficacia contro altre varianti (non delta) un mese dopo aver ricevuto due dosi è stata del 97% ed è scesa al 67% dopo quattro mesi. L'efficacia contro i ricoveri correlati alla Delta è rimasta elevata (93%) per tutta la durata del periodo di studio.

«La nostra analisi specifica mostra chiaramente che il vaccino BNT162b2 è efficace contro tutte le attuali varianti preoccupanti, inclusa la Delta. Le infezioni da COVID-19 nelle persone che hanno ricevuto due dosi di vaccino sono pertanto molto probabilmente dovute alla diminuzione di efficacia e non causate dalla Delta o altre varianti che sfuggono alla protezione del vaccino», ha affermato Luis Jodar, vicepresidente senior e direttore medico Pfizer Vaccines.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1