Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

AFGHANISTAN

Il bilancio potrebbe peggiorare, i feriti sono una cinquantina – Il Sardar Mohammad Dawood Khand di Kabul era già stato bersaglio quattro anni fa di un attentato ad opera dell’ISIS, nel quale erano morte un centinaio di persone

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti
© KEYSTONE

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

© KEYSTONE

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

Due esplosioni nei pressi dell’ospedale militare, almeno 19 morti

Questa mattina un’esplosione è stata avvertita poco vicino all’ospedale militare Sardar Mohammad Dawood Khand di Kabul, il più grande dell’Afghanistan. Diciannove persone sarebbero rimaste uccise secondo fonti ufficiali. Cinquanta finora i feriti.

Secondo le prime ricostruzioni le esplosioni potrebbero essere state due, seguite da una serie di spari.

L’ospedale era già stato bersaglio quattro anni fa di un attentato ad opera dell’ISIS, nel quale erano morte un centinaio di persone.

Un attacco suicida
Un attentatore suicida e uomini armati erano dietro all’attacco sferrato questa mattina contro un ospedale di Kabul. Lo ha affermato un rappresentante dei talebani. «L’attacco è stato innescato da un attentatore suicida in sella a una motocicletta che si è fatto esplodere all’ingresso dell’ospedale», ha detto un funzionario in condizione di anonimato, aggiungendo che l’attacco è terminato e che gli assalitori sono stati tutti uccisi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1