Duemila mercenari siriani verso la Libia

Tensioni

I combattenti filo-turchi mobilitati a sostegno delle forze del governo di Fayez al Sarraj - Per loro 2 mila dollari al mese e la cittadinanza turca

 Duemila mercenari siriani verso la Libia
©Shutterstock

Duemila mercenari siriani verso la Libia

©Shutterstock

Sono circa 2 mila i mercenari siriani mobilitati dalla Turchia a sostegno delle forze del governo di Fayez al Sarraj in Libia. Lo riporta oggi il Guardian, dopo che già a fine dicembre l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus) aveva riferito dell’invio di centinaia di miliziani cooptati da Ankara a supporto di Tripoli.

Secondo il giornale britannico, almeno 650 combattenti sono stati inviati in Libia tra il 24 e il 29 dicembre scorsi, mentre altri 1.350 combattenti sono giunti in Turchia il 5 gennaio in attesa di partire per le zone di conflitto. Alcuni sarebbero già giunti in Libia, mentre altri risultano ancora in fase di addestramento in campi nel sud della Turchia. Oltre a uno stipendio mensile di circa 2 mila dollari, ai miliziani sarebbe stata promessa la cittadinanza turca al termine della campagna militare.

Nei giorni scorsi, l’Ondus aveva riferito di almeno 14 mercenari siriani morti finora in combattimenti con le forze di Khalifa Haftar.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1