«È ora che si torni a dialogare per il bene di tutti gli israeliani»

L’intervista

L’ambasciatore israeliano a Berna Jakob Keidar, fa il punto sull’attuale momento nello Stato d’Israele: dalla guerra contro Hamas appena conclusa al delicato momento politico con il nuovo governo d’unità nazionale ai rapporti con la diaspora e le autorità svizzere - Il diplomatico si è congedato a Lugano dopo cinque anni trascorsi nella capitale

«È ora che si torni a dialogare per il bene di tutti gli israeliani»
Grande fiducia nelle capacità di mediazione del neo-eletto presidente israeliano Isaac Herzog.  ©AP/Manuel Balce Ceneta

«È ora che si torni a dialogare per il bene di tutti gli israeliani»

Grande fiducia nelle capacità di mediazione del neo-eletto presidente israeliano Isaac Herzog.  ©AP/Manuel Balce Ceneta

L’ambasciatore d’Israele a Berna Jakob Keidar. (foto dal web)

La quarta guerra tra Israele ed Hamas ha infiammato le tensioni tra arabi ed ebrei. Per il Paese mediorientale è un momento delicato anche dal punto di vista politico. Ne abbiamo parlato con l’ambasciatore d’Israele Jakob Keidar, che giovedì - su iniziativa dell’ASI-Ticino - si è congedato dalla sua comunità a Lugano dopo cinque anni trascorsi a Berna (lascerà in luglio).

La politica israeliana è in subbuglio. Benjamin Netanyahu si oppone al nuovo Governo di unità nazionale (il voto di fiducia alla Knesset è in agenda domani, domenica). L’ex premier parla di «truffa elettorale» nella quale «le questioni religiose e di Stato sarebbero danneggiate». Qual è la sua opinione?

«Questo Governo è una coalizione di partiti di sinistra, di centro...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    Il Metropolitan è in crisi

    Il caso

    Sommerso da un deficit di entrate da 150 milioni di dollari a causa della pandemia, il museo d’arte si è rivolto a Christie’s per vendere all’asta stampe e fotografie: il ricavato permetterà di pagare il personale

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

    Addio alle password, la svolta di Microsoft

    Informatica

    In risposta ai numerosi tentativi di violazione, 579 ogni secondo, il colosso di Redmond rende disponibile per tutti Authenticator, un sistema lanciato lo scorso marzo solo per i clienti aziendali

  • 1
  • 1