Esplosione in un impianto chimico di Leverkusen, un morto

Nordreno Vestfalia

Sarebbe interessato un impianto di incenerimento di rifiuti pericolosi nel quartiere di Bürrig: agli abitanti è stato chiesto di tenere chiuse porte e finestre - VIDEO

Esplosione in un impianto chimico di Leverkusen, un morto
©Twitter

Esplosione in un impianto chimico di Leverkusen, un morto

©Twitter

(Aggiornato alle 14.10) Uno dei 5 dipendenti dispersi nell’esplosione avvenuto nel parco chimico di Leverkusen, in Nordreno-Vestfalia, è stato trovato morto. Lo conferma ufficialmente l’azienda Currenta che gestisce il Chempark, secondo quanto scfrive la Dpa. Sono ancora 4 i dipendenti che mancano all’appello. L’incendio è stato domato, riferisce invece l’emittente WDR.

Dopo l’esplosione nel parco chimico sono inoltre almeno 16 i feriti, di cui 4 in gravi condizioni, secondo le autorità cittadine. Lo riporta l’emittente pubblica WDR.

L’incendio, scoppiato alle 09.40 in un serbatoio e ha rischiato, prima di essere domato, di estendersi al serbatoio vicino che contiene 100’000 litri di liquido infiammabile, provocando una seconda esplosione, riporta intanto il quotidiano locale «Kölner Stadtanzeiger».

Un portavoce dell’azienda responsabile del arco chimico, Currenta, ha detto alla «Bild» che «il contenuto del serbatoio era costituito da solvente».

Numerose forze di polizia, vigili del fuoco e soccorritori sono presenti sul luogo. Le autostrade A1, A3 e A5 sono state parzialmente chiuse al traffico.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1