Furia iconoclasta a Ramallah: rovinati i leoni in pietra simbolo della città

palestina

Un uomo armato di un pesante martello si è avventato contro le statue - Un ufficiale di polizia è riuscito a immobilizzarlo, troppo tardi: danni severi a tre dei quattro monumenti

Furia iconoclasta a Ramallah: rovinati i leoni in pietra simbolo della città
© Shutterstock

Furia iconoclasta a Ramallah: rovinati i leoni in pietra simbolo della città

© Shutterstock

Un palestinese armato di un pesante martello si è avventato oggi nella piazza Manara di Ramallah, principale punto di ritrovo della città, e ha infierito a ripetizione contro i leoni di pietra che da 70 anni la caratterizzano. Un ufficiale della polizia, riferisce la agenzia Maan, è poi riuscito ad immobilizzarlo, ma solo dopo che aveva arrecato danni severi a tre delle statue. In un primo interrogatorio avrebbe spiegato di opporsi «ad ogni forma di idolatria».

In origine i leoni di pietra di piazza Manara erano cinque, in rappresentanza di altrettante famiglie ritenute essere state le fondatrici della città, secoli prima.

Nel 1982 il governatore militare israeliano ordinò una totale ristrutturazione della piazza e le statue furono rimosse. Nel 2000 la Autorità nazionale palestinese realizzò una riedizione del monumento: i leoni furono ridotti a quattro, mostrati in svariate posizioni, a testimonianza «dell’orgoglio e della forza» del popolo palestinese.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1