«Generazione lockdown»: i giovani senza lavoro per il coronavirus

Lo studio

A causa della pandemia la disoccupazione è aumentata in tutto il mondo - Più colpite le persone con meno di 29 anni: una su sei ha perso l’impiego

«Generazione lockdown»: i giovani senza lavoro per il coronavirus
©CdT/Chiara Zocchetti

«Generazione lockdown»: i giovani senza lavoro per il coronavirus

©CdT/Chiara Zocchetti

La pandemia causata dal coronavirus ha provocato un aumento della disoccupazione nel mondo, colpendo in modo particolare i lavoratori più giovani e costringendo uno su sei tra chi ha meno di 29 anni ad abbandonare l’impiego. Lo denuncia l’Onu citando uno studio dell’Ilo, l’Organizzazione internazionale del lavoro, parlando di una vera e propria «generazione lockdown» e sottolineando come la crisi abbia colpito in modo sproporzionato i giovani, le loro opportunità di lavoro e di fare carriera.

Anche prima della crisi, il tasso di disoccupazione giovanile era al 13,6% nel 2019, molto più alto di qualsiasi altra categoria sociale, con circa 267 milioni di giovani né impiegati nel mondo del lavoro, né in quello dell’istruzione o dei corsi professionali. Secondo lo studio dell’Ilo, la crisi causata dal coronavirus cancellerà 305 milioni di posti di lavoro. I più colpiti, appunto, i giovani, con «un notevole aumento» nella disoccupazione giovanile a partire da febbraio.

Il rapporto dell’Ilo spiega che i giovani hanno subito un «riplo shock» dalla crisi causata dalla COVID-19 e che ha eliminato non solo posti di lavoro, ma anche ridotto l’istruzione e i corsi professionali, rendendo per loro più difficile poter rientrare nel mercato del lavoro o cambiare impiego. Quasi la metà degli studenti ritiene che il loro percorso di istruzione verrà rallentato, mentre il 10 per cento pensa che non riuscirà a completare l’addestramento professionale. Inoltre il 60 per cento delle giovani donne e il 53 per cento dei giovani uomini interpellati dall’Ilo ritengono che le loro prospettive di carriera «sono a rischio».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1