Germania pronta allo stop ai migranti se diventano troppi

Mediterraneo

«Se nell’area si dovesse andare oltre le migliaia, allora bisognerà dedurre che il meccanismo crea stimoli sbagliati ed evitare ciò è lo scopo dichiarato di tutti gli Stati membri», ha detto un portavoce del ministero dell’Interno

Germania pronta allo stop ai migranti se diventano troppi
© Shutterstock

Germania pronta allo stop ai migranti se diventano troppi

© Shutterstock

La Germania è orientata ad abbandonare l’auspicato meccanismo automatico di redistribuzione dei richiedenti asilo qualora l’innovazione dovesse incentivare l’attività degli scafisti e creare un «significativo aumento» dell’arrivo di migranti, in un ordine superiore alle «migliaia».

«Se nell’area si dovesse andare oltre le migliaia, allora bisognerà dedurre che il meccanismo crea stimoli sbagliati ed evitare ciò è lo scopo dichiarato di tutti gli Stati membri», ha detto un portavoce del ministero dell’Interno tedesco a Berlino.

«Se dopo la conclusione di un accordo i numeri dovessero aumentare in maniera significativa» rispetto agli ultimi «15 mesi», «si deve concludere che ci sono questi stimoli o che c’è un abuso», ha detto fra l’altro il portavoce, Steve Alter.

E in quel caso il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer, che «su ciò è fermamente deciso a farlo, uscirebbe da questo meccanismo», ha aggiunto il portavoce riferendosi alla redistribuzione automatica di migranti che dovrebbe essere varata alla ministeriale Interni dell’Ue a Lussemburgo l’8 settembre.

Il portavoce si è pronunciato nella conferenza stampa governativa del mercoledì in cui ha ricordato che «nel testo concordato finora è contenuta una cosiddetta clausola di uscita che consente a ogni Stato partecipante», «senza ulteriori consultazioni, di sospendere la partecipazione a questo meccanismo».

«Speriamo che la prossima settimana, martedì, potremo convincere più Stati possibili a parteciparvi», ha detto Alter il quale ha anche ricordato che negli ultimi «15 mesi» la Germania ha «partecipato in 16 casi all’accoglienza di persone salvate in mare», ricevendo 225 migranti.

Seehofer oggi ha «parlato con i colleghi del gabinetto» tedesco ritenendo «necessario» che, «su un tema così importante», l’intero esecutivo «condivida» la posizione che sosterrà il ministro a Lussemburgo martedì, ha premesso Alter.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1