Il caso tedesco: la truffa dei posti letto

Germania

Secondo la «Bild», numerosi ospedali hanno dichiarato di avere meno letti di terapia intensiva a disposizione di quanti ne avessero, per incassare i soldi dei contribuenti

Il caso tedesco: la truffa dei posti letto
©Shutterstock

Il caso tedesco: la truffa dei posti letto

©Shutterstock

«Numerosi ospedali hanno dichiarato di avere meno letti di terapia intensiva a disposizione di quanti ne avessero, per incassare i soldi dei contribuenti tedeschi». Lo scrive oggi la «Bild», che in prima pagina, riferendo delle accuse della Corte dei conti sul sistema sanitario tedesco, si scaglia anche contro il governo, «al corrente delle manipolazioni da mesi».

Per il giornale di Axel Sprigner, che titola la «grossa truffa dei posti letto», si tratterebbe dello «scandalo maggiore della crisi del coronavirus».

Il giornale cita poi un portavoce della Merkel, secondo il quale «la cancelleria non sapeva nulla della manipolazione dei dati». Anche «Die Welt» mette il caso in prima pagina, e riferisce che l’istituto Robert Koch aveva messo in guardia a gennaio dall’incoerenza del quadro dei posti letto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1