Il Memoriale britannico della Shoah sorgerà accanto a Westminster

regno unito

Il via libera al progetto - controverso per ragioni ambientali - è stato formalizzato oggi da Christopher Pincher, viceministro dell’edilizia del governo Tory di Boris Johnson, nell’ambito di un’intesa sottoscritta con l’ispettorato per la pianificazione urbanistica

Il Memoriale britannico della Shoah sorgerà accanto a Westminster
© Shutterstock

Il Memoriale britannico della Shoah sorgerà accanto a Westminster

© Shutterstock

Sorgerà accanto al Parlamento britannico di Westminster, nel cuore di Londra, un nuovo memoriale della Shoah atteso da tempo nella capitale del Regno, con annesso centro d’informazione museale destinato a tenere viva la memoria storica delle sterminio nazista degli ebrei e a contrastare ogni rigurgito di propaganda antisemita.

Il via libera al progetto - controverso per ragioni ambientali - è stato formalizzato oggi da Christopher Pincher, viceministro dell’edilizia del governo Tory di Boris Johnson, nell’ambito di un’intesa sottoscritta con l’ispettorato per la pianificazione urbanistica.

La struttura verrà costruita all’interno dell’area protetta dei Victoria Tower Gardens, adiacente allo storico edificio che ospita la Camera dei Comuni e quella dei Lord, malgrado le obiezioni avanzate nei mesi scorsi da attivisti impegnati per la tutela storico-paesaggistica di Londra e cittadini locali. L’ok del governo, ha precisato Pincher, è condizionato al rispetto di una serie di «condizioni, obblighi» e vincoli edilizi previsti dall’ispettorato per la concessione dell’autorizzazione al progetto.

Le maggiori organizzazioni della comunità ebraica britannica e alcuni sopravvissuti della Shoah, che insistevano da tempo per una collocazione simbolica dello UK Holocaust Memorial and Learning Centre, si sono dichiarati soddisfatti per la decisione del governo. Mentre il collettivo ‘Save Victoria Tower Gardens’ si è detto «profondamente deluso» e non ha escluso ricorsi legali.

L’annuncio è arrivato a poche ore di distanza dalla pubblicazione di un rapporto stando al quale gli atti di antisemitismo commessi nel Regno - nei fatti o a parole - si sarebbero moltiplicati nei mesi scorsi a margine delle proteste seguite agli ultimi bombardamenti condotti da Israele sulla Striscia di Gaza palestinese sullo sfondo del conflitto con Hamas.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1