Il Tesla Bot di Elon Musk, un umanoide un po’ troppo umano

Tecnologia

L’imprenditore più famoso della Silicon Valley fra annunci roboanti e puro marketing commerciale – IL VIDEO

Il Tesla Bot di Elon Musk, un umanoide un po’ troppo umano
Il Tesla Bot. ©Reuters

Il Tesla Bot di Elon Musk, un umanoide un po’ troppo umano

Il Tesla Bot. ©Reuters

I robot che sostituiscono gli esseri umani nei lavori più ripetitivi, faticosi e alienanti: un sogno antichissimo, che Elon Musk ha attualizzato presentando al mondo il suo Tesla Bot, umanoide il cui prototipo nascerà nel 2022 e che negli anni successivi potrebbe far parte della nostra quotidianità. Ma sarà vero?

Fine del lavoro

Come al solito le parole del fondatore di Tesla e SpaceX sono interessanti almeno quanto i suoi prodotti. A Palo Alto, durante l’AI Day, Musk ha sostenuto che il Tesla Bot dovrebbe sostituire buona parte dei lavori oggi svolti dagli umani: «Penso che essenzialmente in futuro il lavoro fisico sarà una scelta, se vuoi farlo puoi». In futuro, appunto. Perché nel presente l’umanoide mostrato al mondo è un attore-ballerino che indossa una tuta somigliante al futuro robot in...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1