Il testamento del principe Filippo resta segreto

gran bretagna

È quanto stabilito dall’Alta Corte di Londra, confermando un’eccezione rispetto alla consuetudine prevista per la morte di un membro anziano della famiglia reale - «Tutela la dignità della regina e del suo ruolo costituzionale»

Il testamento del principe Filippo resta segreto
© Shutterstock

Il testamento del principe Filippo resta segreto

© Shutterstock

Resta segreto il testamento del principe Filippo, scomparso il 9 aprile scorso all’età di 99 anni, al fine di tutelare la «dignità» della regina e del suo ruolo costituzionale. È quanto ha stabilito l’Alta Corte di Londra, confermando un’eccezione rispetto agli altri testamenti e una consuetudine prevista per la morte di un membro anziano della famiglia reale, esistente da oltre un secolo.

Nella sentenza pubblicata oggi, Sir Andrew McFarlane, presidente della divisione incaricata del diritto di famiglia all’interno della High Court, ha ordinato che le volontà del defunto consorte di Elisabetta II rimangano sigillate per 90 anni dalla concessione della successione, il processo formale che conferma l’autorità di un esecutore testamentario per amministrare il patrimonio di una persona deceduta, e comunque potranno essere aperte solo in privato anche dopo tale data.

Il giudice ha affermato che era nell’interesse pubblico chiarire che non aveva visto né gli era stato detto nulla del contenuto, a parte la data della sua esecuzione e l’identità dell’esecutore testamentario designato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    Facebook punta sul metaverso e cerca talenti in Europa

    Tecnologia

    Il colosso social creerà 10 mila nuovi posti di lavoro in cinque anni nel Vecchio continente per sviluppare la piattaforma tecnologica del futuro: un insieme interconnesso di esperienze che coinvolge sia il mondo digitale sia quello fisico

  • 2

    Gli Stati Uniti fanno i conti con la paralisi della supply chain

    Il reportage

    Gli USA si trovano confrontati con porti affollati, scaffali vuoti e ritardi nelle consegne – I giganti del commercio sono in affanno – Il presidente Joe Biden ha trovato un accordo con i sindacati per far funzionare due scali californiani 24 ore al giorno e 7 giorni su 7 per smaltire il traffico

  • 3
  • 4

    In Gran Bretagna decollano i contagi

    pandemia

    Il Paese viaggia con una media di 40 mila casi giornalieri per colpa della variante Delta, della mancanza di restrizioni e di una generale scarsa attitudine alla disciplina dei britannici

  • 5

    La pista di Scotland Yard: «Agguato pianificato da giorni»

    Gran Bretagna

    Per l’antiterrorismo britannico il 25.enne Ali Harbi Ali avrebbe meditato il massacro del deputato Tory David Amess almeno una settimana prima programmando in anticipo il viaggio tra Londra e Leigh-on-Sea, luogo dell’omicidio

  • 1
  • 1