Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»

meteo

La tempesta di sabbia che ha colpito l’Arcipelago ha costretto tutti gli aeroporti a cancellare i voli il 22 febbraio, ora rimane bloccato soltanto lo scalo di Tenerife Sud

Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»
© EPA/CARLOS DE SAA

Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»

© EPA/CARLOS DE SAA

Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»

Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»

Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»
© EPA/FERNANDO VILLAR

Il vento del Sahara travolge le Canarie, «un weekend da incubo»

© EPA/FERNANDO VILLAR

Migliaia di persone sono rimaste bloccate alle Isole Canarie nel corso del fine settimana a causa di una tempesta di sabbia. Tutti gli aeroporti dell’arcipelago sono stati costretti a cancellare i loro voli. Il presidente della Regione ha detto alla televisione spagnola che questa è la peggior bufera ad aver colpito le isole da più di 40 anni, «è stato un weekend da incubo».

Il vento sahariano ha costretto tutti gli aeroporti della zona a chiudere il 22 febbraio, oggi rimane bloccato soltanto lo scalo di Tenerife Sud. Molte persone si sono sfogate sui social e hanno pubblicato foto di passeggeri ammassati in attesa del loro volo di ritorno.

Nonostante la situazione sia migliorata, continua a preoccupare le autorità in quanto le raffiche hanno permesso il divampare di diversi incendi su almeno quattro delle isole, scrive il New York Times.

Il fenomeno meteorologico, conosciuto come «calima», ha portato correnti fino a 80 km/h. In alcuni punti la tempesta di sabbia ha ridotto la visibilità fino a impedire la circolazione stradale.

Gli abitanti delle Canarie sono abituati al velo arancio che a volte si distende sulle Isole a causa del «calima», ma raramente si presenta con questo genere di intensità.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    Boris Johnson in terapia intensiva

    covid-19

    Il primo ministro britannico, in ospedale da domenica sera per «sintomi persistenti» da coronavirus, è stato trasferito in cure intense dopo che questo pomeriggio le sue condizioni sono peggiorate - Gli subentra il ministro degli Esteri Dominic Raab

  • 2
  • 3

    «Craccato» il codice genetico umano

    scoperte

    L’esperimento di biologia sintetica è stato condotto sulle staminali del sangue e apre nuovi scenari per lo studio dei meccanismi alla base delle malattie - I ricercatori hanno ottenuto delle cellule capaci di produrre proteine mai viste prima

  • 4
  • 5

    Mascherine, l’OMS tira dritto

    Sanità

    Il loro uso generalizzato è consigliato solo per quei Paesi in cui è più difficile lavarsi le mani, per mancanza d’acqua - «Da sole non fermano la pandemia»

  • 1
  • 1