«Il virus ha preso una strada diversa in Africa»

COVID-19

Il numero di casi non è cresciuto allo stesso tasso esponenziale di altre regioni del mondo, rileva l’OMS, e non c’è stato l’alto tasso di mortalità registrato altrove

«Il virus ha preso una strada diversa in Africa»
EPA/KIM LUDBROOK

«Il virus ha preso una strada diversa in Africa»

EPA/KIM LUDBROOK

Il coronavirus «sembra aver preso una strada diversa in Africa», dove ha impiegato non meno di 14 settimane per contagiare, in tutto il continente di 1,3 miliardi di abitanti, 100.000 persone, uccidendone finora «solo» 3.100, malgrado la fragilità dei servizi sanitari e la quasi nulla diffusione dei test: lo osserva l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che nota come «il numero di casi non sia cresciuto allo stesso tasso esponenziale di altre regioni». E così «l’Africa non ha conosciuto la mortalità che si è vista in altre parti del mondo».

Inoltre, rileva l’OMS, ufficialmente in tutto il continente africano sono già 41.437 i guariti dal Covid-19 nello stesso lasso di tempo. Una parte importante, secondo l’agenzia ONU, la giocano fattori demografici, in un continente mediamente molto povero, ma con oltre il 60% della popolazione con meno di 25 anni di età. Per contrasto in Europa, dove la popolazione è più anziana, il 95% dei morti ha più di 60 anni. Altro fattore, la veloce reazione dei governi, che in moti Paesi sono ricorsi rapidamente a misure di lockdown.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    Francia, oltre 1 milione di attivazioni dell’app StopCovid

    coronavirus

    Il sottosegretario al Digitale Cédric O ha spiegato che l’applicazione è «particolarmente utile» per coloro che prendono i trasporti pubblici e vanno nei bar o nei ristoranti - L’allerta si attiva se gli smartphone delle due persone si incrociano tramite bluetooth a meno di un metro e per più di 15 minuti

  • 2
  • 3

    «I recenti omicidi in America sono dei veri e propri linciaggi»

    La denuncia

    ll relatore speciale dell’ONU sulla tortura, lo zurighese Nils Melzer, chiede agli Stati Uniti di indagare in modo indipendente sull’uso eccessivo della forza da parte della polizia contro gli afroamericani - Gli esperti denunciano una retorica del governo statunitense che incita alla violenza

  • 4
  • 5

    Centinaia di fan di Vasco truffati dai cyber criminali

    Italia

    Circa 1400 persone sono cadute nella trappola del sodalizio criminale che aveva clonato il sito di un’importante agenzia di vendita online - La brutta sorpresa il giorno del concerto: non vi era alcuna biglietteria dove poter ritirare il ticket

  • 1
  • 1