Italia, 4 mila contagi e oltre 800 morti in 24 ore

coronavirus

«Abbiamo raggiunto il picco ma bisogna essere cauti» ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro - In Lombardia i contagi sono in calo per il sesto giorno consecutivo e migliora il dato relativo agli accessi in terapia intensiva

Italia, 4 mila contagi e oltre 800 morti in 24 ore
AP/Luca Bruno

Italia, 4 mila contagi e oltre 800 morti in 24 ore

AP/Luca Bruno

(Aggiornato alle 18.18) In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, 105.792 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (4.023 casi in più rispetto a ieri per una crescita del 3,9%). Di queste, 12.428 sono decedute (+837, +7,2%) e 15.729 sono guarite (+1.109, +7,6%). Attualmente i soggetti positivi sono 77.635 (+2107 e +2,8%. Il conto sale a 105.792 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia). I dati sono stati forniti dalla Protezione civile.

«La curva ci dice che siamo al plateau, non vuol dire che abbiamo conquistato la vetta e che è finita ma che dobbiamo iniziare la discesa e la discesa si comincia applicando le misure in atto». Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità (ISS) Silvio Brusaferro alla conferenza stampa all’istituto sul punto epidemiologico della pandemia. «Dire che siamo arrivati al plateau vuol dire che siamo arrivati al picco, ma il picco non è una punta bensì un pianoro da cui ora dobbiamo discendere». Proprio perché il picco «non è una ‘punta’ ma un pianoro - ha spiegato Brusaferro - ora dobbiamo scendere dall’altra parte». Bisogna però «essere cauti poiché - ha concluso - dalla situazione di pianoro l’epidemia può ripartire se molliamo rispetto alle misure di contenimento e isolamento in atto».

Calano ancora i contagi in Lombardia
Per il sesto giorno consecutivo è ancora in calo la crescita dei contagi in Lombardia: i nuovi casi positivi sono 1.047, per un totale di 43.208 contagiati in regione. Ieri l’aumento era stato di 1.154, l’altro ieri di 1.592. In calo anche il numero di morti che sono 381, per un totale di 7.199. Ieri erano stati 458, l’altro ieri 416. E migliora per la prima volta dall’inizio dell’emergenza coronavirus, anche se di poco, il dato relativo agli accessi in terapia intensiva in Lombardia: ieri c’erano infatti 1.330 pazienti ricoverati in rianimazione e oggi sono invece 1.324 cioè 6 in meno. Aumenta di poco invece il numero dei ricoverati in reparti non di terapia intensiva: sono 68 in più.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1