Kamikaze a Baghdad, forse opera dell’Isis

Iraq

L’attentato è avvenuto in un affollato mercato all’aperto nel centro della capitale - Il bilancio sale a 31 morti

Kamikaze a Baghdad, forse opera dell’Isis
EPA/AHMED JALIL

Kamikaze a Baghdad, forse opera dell’Isis

EPA/AHMED JALIL

(Aggiornato alle 12.10) Le autorità irachene hanno stamani accusato il sedicente Stato islamico (Isis) di esser dietro al duplice attentato che ha colpito un affollato mercato all’aperto nel centro di Baghdad e che ha ucciso una trentina di persone, ferendone circa 80.

Il generale Kazem Selman, direttore della Protezione civile irachena, ha affermato che finora non ci sono state rivendicazioni dell’attacco, compiuto da due attentatori suicidi, ma che «l’attentato ricorda per modalità ed esecuzione quelli compiuti dall’Isis».

Era dal giugno del 2019 che il centro di Baghdad non veniva colpito da attacchi dinamitardi e suicidi di questo tipo. L’Isis era stato dichiarato sconfitto militarmente in Iraq nel dicembre del 2017.

Almeno 31 morti e 80 feriti

Sale a 31 morti e circa 80 feriti il bilancio del duplice attentato suicida compiuto oggi nel centro di Baghdad, nei pressi di un affollato mercato all’aperto. Lo riferisce il direttore della protezione civile irachena, il generale Kazem Selman, citato dalla televisione irachena governativa al Iraqiya.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1