L’ambasciatore francese: «Nessun preavviso sulla rottura del contratto»

Crisi dei sottomarini

Jean-Pierre Thébault ha inoltre aggiunto: «Ciò che mi rattrista è che pensavamo di essere amici e invece siamo stati pugnalati alle spalle»

L’ambasciatore francese: «Nessun preavviso sulla rottura del contratto»
© Shutterstock

L’ambasciatore francese: «Nessun preavviso sulla rottura del contratto»

© Shutterstock

«In nessun momento, in nessun modo» alla Francia è stato dato «un chiaro segnale che il contratto sarebbe stato rescisso». Lo ha ribadito l’ambasciatore francese in Australia, Jean-Pierre Thébault, secondo quanto riferisce il «Guardian», in merito alla crisi dei sottomarini.

Poco prima di imbarcarsi sul volo che lo avrebbe riportato in Francia, dopo essere stato richiamato da Parigi, l’ambasciatore ha affermato di «aver visto e imparato quanto sia importante per un australiano coprirsi le spalle a vicenda. Ciò che mi rattrista è che pensavamo di essere amici e invece siamo stati pugnalati alle spalle», ha detto.

Il diplomatico è stato richiamato a Parigi, così come l’ambasciatore a Washington, mentre il governo francese valuta come rispondere a quello che i funzionari dell’amministrazione Biden hanno definito «il più grande passo strategico che l’Australia abbia compiuto da generazioni».

Thébault ribadisce che alla Francia non è stato dato alcun preavviso come invece hanno affermato diversi rappresentanti australiani.

All’inizio di quest’anno la stampa australiana aveva riferito che il governo stava conducendo una revisione che poteva comportare la risoluzione del contratto, tra le preoccupazioni per gli aumenti dei costi e gli slittamenti dei programmi. Ma, secondo Thébault, la Francia pensava che quei problemi contrattuali fossero stati risolti e che i negoziati sarebbero continuati.

«Posso solo dire che il senso di tradimento è molto forte per la mancanza di rispetto e trasparenza perché eravamo impegnati in una partnership», ha aggiunto l’ambasciatore.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1