L’inviato dell’UE sbarca a Pristina

Balcani

Miroslav Lajcak è giunto in Kosovo allo scopo di riprende i lavori che puntano a migliorare il dialogo tra Kosovo e Serbia

L’inviato dell’UE sbarca a Pristina
©AP Photo/ Visar Kryeziu

L’inviato dell’UE sbarca a Pristina

©AP Photo/ Visar Kryeziu

L’inviato europeo per il dialogo sul Kosovo Miroslav Lajcak è giunto nel primo pomeriggio a Pristina, prima tappa di una missione che lo porterà anche a Belgrado, e il cui obiettivo è favorire la prosecuzione del negoziato fra le parti per giungere a un accordo sulla normalizzazione dei rapporti. Stando ai media locali, Lajcak vedrà nel pomeriggio Albin Kurti, il leader del movimento nazionalista «Autodeterminazione» (Vetevendosje, VV) largo vincitore delle elezioni del 14 febbraio scorso.

Kurti, che è per questo il candidato principale alla guida del nuovo governo, ha detto a più riprese che il dialogo con Belgrado non rientra tra le sue priorità principali, che sono invece le riforme, il sistema giudiziario, la lotta a corruzione e criminalità. Il negoziato in ogni caso potrà riprendere non prima della formazione del nuovo governo a Pristina.

Nei giorni scorsi Lajcak è stato al centro dell’attenzione e delle polemiche dei media regionali per essere apparso in una intervista in cui sullo sfondo si vedeva una mappa geografica nella quale il Kosovo figurava compreso nei confini della Serbia.

Dopo Pristina e Belgrado, il rappresentante dell’UE visiterà anche il Montenegro.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1