«L’Iran va governato con lo spirito del Jihad»

L’appello

Secondo l’ayatollah Ali Khamenei «il Paese ha energie e molte risorse ed è sempre attaccato dall’avidità di altri poteri»

 «L’Iran va governato con lo spirito del Jihad»
©AP Photo

«L’Iran va governato con lo spirito del Jihad»

©AP Photo

«La nazione iraniana è determinata, ma lo spirito del Jihad e della resistenza devono essere istituzionalizzati di fronte alle sfide dall’esterno perché segnino il cammino delle future generazioni».

Lo ha detto la Guida suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, incontrando alcuni funzionari della Fondazione dei Martiri. «L’Iran ha energie e molte risorse, una posizione geografica critica e una popolazione di 80 milioni di abitanti, quindi è stato sempre attaccato dall’avidità di altri poteri e per questo va governato con lo spirito del Jihad per preservarne l’onore», ha aggiunto Khamenei, citato dai media locali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1