«L’uomo ha cambiato il mondo ma ora è costretto a rincorrerlo»

Clima

Il filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani sarà a Mendrisio per raccontare il delicato equilibrio tra sapiens e ambiente circostante: «In un secolo abbiamo trasformato la Terra secondo i nostri bisogni, ora però dobbiamo adattarci ai mutamenti di un ecosistema stravolto»

 «L’uomo ha cambiato il mondo ma ora è costretto a rincorrerlo»
©Shutterstock

«L’uomo ha cambiato il mondo ma ora è costretto a rincorrerlo»

©Shutterstock

«Noi cambiamo il mondo e il mondo cambia noi». Quasi la natura reagisse, per contrappasso dantesco, ai nostri attacchi.

In realtà, spiega Telmo Pievani - ordinario di filosofia delle scienze biologiche presso il dipartimento di biologia dell’Università di Padova -, l’evoluzione avanza senza intenzioni o fini. «È il mio modo di raccontare il cambiamento climatico». Ovvero? «L’uomo ha trasformato l’ambiente e la terra. Ne ha tratto ricchezza, bruciando combustibili fossili in maniera così intensiva da produrre un cambiamento climatico al quale, oggi, dobbiamo adattarci».

Un po’ come se l’uomo avesse costruito un treno - bellissimo e moderno - e lo avesse lanciato a tutta velocità e ora si trovasse nella condizione di ricorrerlo, nel tentativo di rallentarne la corsa. «Chiaramente, questo inseguimento...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1