La fidanzata di Khashoggi: «Nessuno può perdonare i killer»

il caso

Lo ha scritto su Twitter Hatice Cengiz, la compagna turca del reporter saudita ucciso nell’ottobre 2018 nel consolato di Riad a Istanbul - La donna si è espressa dopo che il figlio Salah ha annunciato il perdono dei killer da parte della sua famiglia

La fidanzata di Khashoggi: «Nessuno può perdonare i killer»
© AP/Hasan Jamali

La fidanzata di Khashoggi: «Nessuno può perdonare i killer»

© AP/Hasan Jamali

«Nessuno ha il diritto di perdonare gli assassini» di Jamal Khashoggi. Lo ha scritto su Twitter Hatice Cengiz, la fidanzata turca del reporter saudita ucciso nell’ottobre 2018 nel consolato di Riad a Istanbul. Cengiz si è espressa dopo che il figlio Salah ha annunciato il perdono dei killer da parte della sua famiglia. «Jamal Khashoggi è diventato un simbolo internazionale più grande di tutti noi, ammirato e amato. L’imboscata e il suo efferato omicidio non vanno in prescrizione e nessuno ha il diritto di perdonare gli assassini. Io e altri non ci fermeremo finché non avremo giustizia per Jamal», aggiunge Cengiz.

«Jamal è stato ucciso all’interno del consolato del suo Paese mentre prendeva dei documenti per il nostro matrimonio. Gli assassini - prosegue la fidanzata dell’editorialista del Washington Post - sono venuti dall’Arabia Saudita con l’obiettivo premeditato di adescarlo, tendergli una trappola e ucciderlo. Noi non perdoneremo gli assassini né quelli che hanno ordinato l’omicidio».

Condanne a morte commutate in pene inferiori

Intanto si apprende che le 5 condanne a morte decise in Arabia Saudita per l’uccisione del reporter dovrebbero essere commutate in pene inferiori a seguito del «perdono» accordato ai killer del reporter dalla sua famiglia, tramite il figlio Salah. Lo sostengono media locali, tra cui Arab News, secondo cui i condannati non verranno però rilasciati. L’annuncio dei familiari è giunto nelle ultime ore del mese di Ramadan, in linea con la tradizione che permette gesti di clemenza nei casi previsti dalla legge islamica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 2
  • 3

    Francia, oltre 1 milione di attivazioni dell’app StopCovid

    coronavirus

    Il sottosegretario al Digitale Cédric O ha spiegato che l’applicazione è «particolarmente utile» per coloro che prendono i trasporti pubblici e vanno nei bar o nei ristoranti - L’allerta si attiva se gli smartphone delle due persone si incrociano tramite bluetooth a meno di un metro e per più di 15 minuti

  • 4
  • 5

    «I recenti omicidi in America sono dei veri e propri linciaggi»

    La denuncia

    ll relatore speciale dell’ONU sulla tortura, lo zurighese Nils Melzer, chiede agli Stati Uniti di indagare in modo indipendente sull’uso eccessivo della forza da parte della polizia contro gli afroamericani - Gli esperti denunciano una retorica del governo statunitense che incita alla violenza

  • 1
  • 1