La grande sfida degli swing States: dalla Florida alla Pennsylvania

Speciale elezioni USA

Come nel 2016 il candidato del Partito repubblicano punta sul sicuro

 La grande sfida degli swing States: dalla Florida alla Pennsylvania
Donald Trump accolto da una folla di sostenitori a Martinsburg (PA). ©AP/Alex Brandon

La grande sfida degli swing States: dalla Florida alla Pennsylvania

Donald Trump accolto da una folla di sostenitori a Martinsburg (PA). ©AP/Alex Brandon

Ormai manca solo una manciata di giorni alle elezioni USA del 3 novembre e il clima di scontro aperto tra democratici e repubblicani purtroppo si surriscalda. Domenica sera, ad esempio, manifestanti pro-Trump e oppositori del presidente americano si sono scontrati a New York e diverse persone sono state arrestate. Intanto prosegue la caccia al voto dei due candidati alla Casa Bianca. E per il successo finale i cosiddetti «swing States» (ossia gli Stati in bilico) anche questa volta giocano un ruolo determinante.

Nel 2016, come si ricorderà, Donald Trump aveva giocato al meglio la carta degli swing States, e alla fine è riuscito nell’impresa di racimolare la maggioranza dei Grandi elettori (ossia 304 su 538), vale a dire quello che conta per diventare presidente. Poco importa, per il sistema...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1